Cerca
  • Tiziana Team

La forfora ti perseguita e tu vuoi liberartene? Tiziana Team ti spiega come fare per non avere più



La forfora nei capelli è un problema che riguarda moltissime persone, più di quel che si possa immaginare. C’è chi deve fare i conti con la forfora ogni giorno e chi invece ce l’ha solo ogni tanto; quel che è certo è che nessuno ama vedere scendere dai capelli la famosa “polverina bianca”. In più, oltre ad un problema estetico, è senz’altro anche un disagio fisico dal momento in cui si possono avvertire prurito e fastidio al cuoio capelluto.

Le cause possono essere davvero tante e diverse, ma per capirle, prima dobbiamo capire cos’è nello specifico la forfora.

Sembra banale, ma non tutti sanno esattamente cos’è quella “nevicata” bianca che scende dalla testa. Essa è un’anomalia del cuoio capelluto che riguarda moltissime persone in ogni fascia d’età.

È costituta sostanzialmente da cellule morte che si presentano come piccole scaglie bianche sul cuoio capelluto, tra i capelli e… gli abiti!

Non è un problema gravissimo e alcune volte può essere anche temporaneo, ma è sicuramente fastidioso. Cosa fare allora? Innanzitutto occorre fare una distinzione fondamentale tra le due tipologie di forfora capelli, secca e grassa. La forfora secca deriva da una disidratazione del cuoio capelluto ed è una desquamazione dello stesso. Le cellule superficiali si rinnovano troppo velocemente e producono le piccole scaglie di pelle morta fini e biancastre.

-La forfora secca provoca talvolta un leggero prurito, ma nessuna perdita capelli. Solitamente si accentua d’inverno; le cause possono essere svariate: disfunzione delle ghiandole sebacee, carenza di acqua, stress, ansia, cattiva igiene, uso eccessivo di piastra e phon e fattori ambientali.

-La forfora grassa è da ricondurre invece ad un cuoio capelluto e capelli grassi. Le scaglie sono più grandi e giallastre e si staccano più difficilmente. In questo caso il prurito è più forte ed è più probabile la caduta di capelli. Alla base della forfora grassa c’è nella maggior parte dei casi la dermatite seborroica. 

COSA FARE PER RIMEDIARE?

Per risolvere il problema è importante considerare innanzitutto se si tratta di forfora occasionale o patologica. Nel primo caso è collegata stress, trattamenti o prodotti troppo aggressivi, come shampoo, lozioni troppo alcoliche, phon e piastre troppo calde, spazzole o pettini che graffiano.

Se la forfora è patologica, solitamente è causata da dermatite seborroica. Oltre al cuoio capelluto, può interessare anche l’attaccatura dei capelli e la zona tra le sopracciglia.

Quando si ha a che fare con forfora persistente è importante consultare un dermatologo che possa prescrivere la cura più adatta.

Nel caso invece di forfora occasionale o non particolarmente grave, ci sono dei rimedi e delle buone abitudini che aiutano ad attenuare il problema o, ancora meglio, a risolverlo del tutto. Non solo! Molto spesso si può consultare il proprio parrucchiere il quale se interpellato deve fare un’analisi dettagliata della cute in modo tale che possa consigliare al cliente in questione un prodotto specifico che possa combattere questo tipo di anomalia.

Ricordiamo che per saperne di piu' o per ricevere una consulenza personalizzata potete fissare un appuntamento o per richiedere dei nuovi argomenti passate presso il nostro salone sito in La Spezia o telefonando al n. 0187/512705 o inviando una mail a marketing@parrucchieratiziana.com.

Grazie della tua attenzione buona giornata!!

27 visualizzazioni0 commenti

© 2018 by TIZIANA TEAM - Tiziana Parrucchieri di Gattai Tiziana - via Parma 83 La Spezia 19125 P. Iva 00967150111